Scroll to top

Vetrocamera: tutte le soluzioni e guida alla scelta

Infissi e serramenti sono decisivi nel migliorare la qualità della vita all’interno delle abitazioni e degli ambienti di lavoro. Buona parte dell’energia dispersa dagli edifici passa attraverso le finestre, per questo motivo avere infissi performanti è un fattore che permette di ridurre gli sprechi e ottimizzare il consumo di energia.

La garanzia delle proprietà isolanti delle finestre, oltre dalla valutazione delle proprietà degli infissi, passa anche dalla scelta della vetrocamera installata nel serramento, cioè la struttura che comprende i vetri, le canaline e il perimetro al quale sono sigillate.

Infatti, le operazioni di sostituzione di vecchie finestre con infissi a taglio termico devono prevedere l’installazione di vetrate che aiutano a rendere la casa più efficiente dal punto di vista energetico. E ottenere un notevole risparmio energetico con costi in bolletta più bassi.

In questo, l’isolamento termico dei vetri gioca un ruolo importante.

Conosciuta più comunemente come vetrata isolante, la vetrocamera è una struttura costituita da due o più vetri accoppiati, separati da una canalina – di materiale isolante per evitare un ponte termico – che viene sigillata con le vetrate per creare un’intercapedine. Questa camera viene riempita di aria o di gas e il tutto viene incorniciato da un sottile telaio e sigillato per garantire le alte prestazioni di isolamento termo-acustico della finestra.

Le proprietà della vetrocamera

Una finestra con vetrocamera ha numerosi vantaggi rispetto a quelle che montano un vetro singolo. Il vantaggio principale di un infisso con vetrocamera è l’importante aumento dell’isolamento termico dei serramenti. 

Ad esempio, un vetro singolo ha un valore di trasmittanza termica di 5.9 W/m²K. Mentre per una vetrocamera il valore scende a 2.7 W/m²K.

Ma ve ne sono altri, come l’isolamento acustico, la resistenza del vetro e la sicurezza. Infatti, essendo la vetrocamera composta da più componenti, a seconda dei materiali impiegati si avranno caratteristiche e prestazioni differenti che, combinate tra loro, contribuiscono a garantire un più elevato livello di comfort.

Vediamoli più nello specifico:

  • Isolamento termico

Una finestra con vetrocamera garantisce un maggiore isolamento termico in quanto l’aria sigillata tra le vetrate riduce gli scambi termici tra l’ambiente interno e quello esterno, limitando le perdite di calore in inverno e il surriscaldamento degli interni in estate.

Ma la performance di isolamento termico può aumentare notevolmente se nella camera interna, al posto dell’aria, vengono inseriti gas nobili (come argon o kripton), caratterizzati da un minore coefficiente di scambio termico.

Le vetrocamere, insieme ad altre soluzioni tecniche, contribuiscono in maniera determinate ad incrementare l’efficienza energetica di casa e a raggiungere un più alto livello di comfort.

Una di queste soluzioni è la scelta di vetri basso emissivi e selettivi, di cui parleremo più avanti, e che fanno raggiungere alla vetrocamera livelli di trasmittanza termica maggiore:

  • 1.4 W/m²K per vetrocamera con trattamenti bassoemissivi;
  • 1.0 W/m²K per vetrocamera con trattamenti bassoemissivi e gas.

Un’altra è l’utilizzo di profili a taglio termico, come gli infissi in alluminio Ponzio.

  • Sicurezza

La scelta di una vetrocamera può avere come necessità anche l’aumento della resistenza del vetro e della sicurezza. In questi casi si usano vetri stratificati e si parla di vetrocamera antisfondamento.

Il vetro stratificato si ottiene inserendo delle pellicole plastiche trasparenti tra le lastre di vetro accoppiate. Queste pellicole permettono di garantire protezione da incidenti domestici in caso di urti contro i vetri. Infatti, in caso di rottura, i frammenti di vetro resteranno attaccati alla pellicola e non saranno pericolosi.

È per questo che, per lo strato interno delle vetrocamere, l’utilizzo dei vetri stratificati anti infortunio è obbligatorio.

Inoltre, è possibile alzare il livello di difesa contro i tentativi di intrusione e di sfondamento da parte di malintenzionati. In questo caso si usano vetri stratificati con specifiche pellicole antieffrazione che impediscono o, comunque, ostacolano l’accesso degli estranei.

  • Isolamento acustico

Oltre alle proprietà aggiuntive di sicurezza e antieffrazione, l’utilizzo di vetri stratificati può migliorare anche le prestazioni di isolamento acustico.

I vetri antirumore sono vetri stratificati nei quali le lastre sono accoppiate da speciale pellicola plastica più elastica, capace di assorbire meglio le vibrazioni provocate dai rumori che provengono dall’esterno.

In questo modo si trasforma la vetrocamera in una barriera che migliora le prestazioni di isolamento acustico della finestra, creando ambienti più confortevoli.

L’abbattimento acustico derivante da un vetro singolo si ferma a 27dB, mentre quello che si ottiene montando una vetrocamera acustica è di 52dB.

Le prestazioni isolanti aumentano ulteriormente se decidi di montare vetrocamere costituite da tre lastre di vetro separate da due intercapedini stagne, i cui valori di isolamento termico e acustico sono maggiori rispetto alla vetrocamera con due vetri.

I vantaggi sono:

  • migliore isolamento termico;
  • maggiore isolamento acustico rispetto un doppio vetro standard;
  • minore dispersione energetica, che si traduce in risparmi sui costi delle bollette.

La trasmittanza termica di una tripla vetrocamera con trattamenti basso emissivi e camera riempita di gas scende a 0.5 W/m²K.

Ma nella maggior parte delle situazioni, il vetro doppio garantisce prestazioni ottimali. Quindi, un triplo vetro è consigliato in caso di condizioni ambientali particolarmente fredde.

Le diverse tipologie di vetro

Ruolo decisivo sulle prestazioni della vetrocamera lo gioca il vetro, la cui scelta è molto importante.

Esistono diverse tipologie di vetro con caratteristiche diverse che ne migliorano ulteriormente le proprietà isolanti, andando a gestire la luce solare. 

Se consideriamo che ogni casa ha esigenze particolari a seconda dell’ubicazione, della zona climatica e di altri fattori sui quali non possiamo agire, la scelta del vetro adatto è fondamentale per ottimizzare i vantaggi di un intervento di sostituzione degli infissi.

Infatti, ci sono casi in cui le vetrate rappresentano una fonte di surriscaldamento interno o di dispersione del calore. Quindi, in base alle esigenze specifiche, bisogna scegliere vetri che, grazie a trattamenti specifici e all’utilizzo di ossidi di metalli nobili, riescono a modulare parte delle radiazioni infrarosse dei raggi solari e a ridurre la dispersione energetica. Migliorando le prestazioni isolanti della finestra.

  • Vetrocamera basso emissiva

I vetri possono essere di varia tipologia. Per un uso domestico i più diffusi sono i vetri selettivi e basso emissivi che hanno la caratteristica di lasciar passare la luce ma contrastare il passaggio delle radiazioni infrarosse responsabili della trasmissione di calore.

Il vetro basso emissivo è sottoposto a un trattamento che consente di far passare la luce impedendo il passaggio del calore.

In questo modo la luce solare filtrerà senza ostacoli, illuminando gli ambienti interni senza surriscaldare la casa. Ma sono in grado anche di trattenere il calore prodotto in inverno da impianti di riscaldamento, diminuendo la sua dispersione verso l’esterno.

  • Vetrocamera selettiva

Il vetro selettivo ha come caratteristica fondamentale quella di filtrare le radiazioni solari per impedire la trasmissione di calore, ma facendo passare la luce per illuminare le stanze di casa.

I trattamenti a cui è sottoposto il vetro selettivo gli consentono di riflettere la radiazione infrarossi, la parte calda dei raggi solari che è responsabile della trasmissione del calore. Così da illuminare gli ambienti interni e impedire il surriscaldamento dell’abitazione causato dalla luce del sole.

Per questo il suo utilizzo è consigliato in zone calde e molto esposte al sole, dove è importante evitare la trasmissione di calore dall’esterno all’interno.

  • Vetro riflettente

Altra tipologia è il vetro riflettente. Si tratta di vetri capaci di respingere e riflettere i raggi solari per evitare il surriscaldamento degli ambienti.

Il loro aspetto a specchio garantisce privacy durante il giorno. Caratteristica che rende questo tipo di vetrata particolarmente adatta per l’utilizzo su grandi superfici continue, come quelle di palazzi e grattacieli.

Come scegliere la vetrocamera perfetta per i tuoi infissi?

I vantaggi di un maggiore isolamento termico e acustico, della riduzione dei consumi energetici e, in generale, del migliore comfort non sono legati solo a dei buoni serramenti.

Le vetrate isolanti hanno un’importanza fondamentale per garantire le migliori prestazioni dei nuovi infissi.

Ma per via delle numerose caratteristiche, dei trattamenti e delle lavorazioni a cui sono sottoposte, non è semplice scegliere la vetrocamera migliore per le tue necessità.

Quindi, se hai deciso di cambiare i tuoi vecchi infissi e optare per nuovi e più performanti serramenti in grado di mantenere stabile la temperatura interna, ridurre i rumori provenienti dall’esterno e proteggere l’abitazione da tentativi di effrazione, puoi richiedere la consulenza di professionisti che ti sapranno guidare nella scelta della soluzione più adatta alle tue esigenze.

Ti basta cercare e contattare il rivenditore Area Ponzio più vicino a te: i nostri serramentisti, presenti in tutta Italia, ti aiuteranno nella scelta e ti garantiranno un lavoro professionale.

Related posts